Spedizione gratuita
  • Home
  • News
  • La differenza tra Compostabile e Biodegradabile.

La differenza tra Compostabile e Biodegradabile.

di Redazione Kobio da May 23, 2020

Questi due termini sono spesso confusi ma hanno una differenza sostanziale da conoscere per non effettuare errori nella raccolta differenziata.

 

Biodegradabile

 

Si definisce Biodegradabile qualsiasi materiale che possa essere scomposto in composti chimici semplici come acqua, anidride carbonica e metano con l’azione di batteri, luce solare e altri agenti fisici naturali.

La normativa Europea stabilisce che un materiale per essere considerato Biodegradabile deve decomporsi del 90% in 6 mesi. (Quasi tutti i materiali esistenti in natura sono Biodegradabili). Per quanto riguarda i materiali Compostabili, cioè trasformabili in compost che è un concime naturale, indichiamo un materiale che non solo è biodegradabile, ma che è anche disintegrabile in meno di 3 mesi secondo la normativa EN13432.


Perciò prima di buttare qualcosa nell’umido durante la raccolta differenziata è necessaria una particolare attenzione e una giusta valutazione.

Se ti può interessare approfondire meglio l'argomenti vedi anche:

TORNA IN CIMA